Risotto spinaci e crescenza

risotto spinaci

Risotto spinaci e crescenza, un primo piatto adatto a tutta la famiglia.

Nel mese di marzo sono stata abbinata a Manuela del blog Mentuccia e Tresmarino, sono arrivata all’ultimo minuto perchè veramente non sapevo cosa scegliere, finchè  non sono incappata in questo risotto tutto verde e cremoso.
Il risotto spinaci e crescenza è perfetto per tutta la famiglia, conferma anche Michelangelo che l’ha mangiato di gusto.

La crescenza dona al risotto un gusto più delicato e lo fa diventare cremoso.

Per gli spinaci potete optare per quelli freschi da lavare bene oppure quelli surgelati, io ho usato questi.

Per realizzare un buon risotto vi consiglio di utilizzare un buon riso, carnaroli è meglio, tiene la cottura alla perfezione.

riso e spinaci

Risotto spinaci e crescenza

Print Recipe
Serves: 4 Cooking Time: 20

Ingredients

  • 300 g spinaci
  • 400 g riso carnaroli
  • Brodo vegetale
  • 150 g crescenza
  • parmigiano
  • burro

Instructions

1

Per prima cosa ho scottato gli spinaci in una pentola con olio e aglio. Appena appassiscono salare e frullare con il minipimer e tenere da parte.

2

In un’altra padella scaldare olio e scalogno e farci stufare il riso, quando sarà trasparente bagnare con il brodo e portare a cottura.

3

Quando sarà quasi cotto aggiungere la crema di spinaci e 50 g di crescenza e lasciar finire di cuocere.

4

Appena cotto spegnete il fuoco e mettete un noce grande di burro e un po' di parmigiano e mantecate bene girando veloce con un cucchiaio di legno.

5

Lasciate riposare il risotto nella pentola coperta a metà per due minuti.

6

Servite nei piatti con sopra un bel cucchiaio di crescenza.

risotto con spinaci

risotto spinaci

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Manuela
    29 marzo 2018 at 12:02

    Grazie per la visita, sono content che vi sia piaciuto 🙂

  • Reply
    Franca Savà
    29 marzo 2018 at 15:27

    Molto buono! L’aspetto cromatico è molto invitante.

  • Reply
    Giulia
    4 aprile 2018 at 17:22

    Ricetta particolare davvero, e molto invitante 🙂

  • Leave a Reply